• Gallery

    …e ora c’è solo silenzio

    Camminando sulla terra umida e fra le lapidi sbilenche di un antico cimitero in rovina, non si potrà fare a meno di chiedersi quale fosse la storia dei morti ivi sepolti, quali fossero state le vicende che interessarono quel camposanto e cosa portò al suo abbandono. Procedendo con la conoscenza si scopriranno poi, nelle vicinanze, i resti di un paese fantasma o di una chiesa sconsacrata, episodi di monache e frati incestuosi, una storia d’amore finita male oppure un villaggio operaio, perla dell’archeologia industriale italiana.

    Commenti disabilitati su …e ora c’è solo silenzio
  • Gallery

    Da qui non si passa

    “Chiudemmo la porta nello scantinato. Ci furono ancora molte telefonate. Poi entrò un nostro compagno: ‘Và a vedere come si sono fatti prendere i grandi soldati di Hitler’, disse con sarcasmo. Salimmo di corsa le scale: sulla strada, erano disseminati molti morti, prima in gruppo e poi sempre più radi man mano che si risaliva la strada…………Ritornammo nella nostra cantina per sentire i commenti e gli eventuali ordini. Facemmo colazione e risalimmo sulla strada per seguire un nuovo bombardamento che gli americani avrebbero compiuto sulle alture……”

  • Gallery

    Maggy Dolls

    Almeno una bambola deve sempre essere rivolta verso la finestra.Nessun gioco rosso deve mai essere messo sul letto.Se un giocattolo cade a terra, bisogna baciarlo tre volte prima di rimetterlo al suo posto.Gli animali di peluche non vanno mai chiusi nella loro scatola, altrimenti soffocano.Una bambola non va lasciata nuda di notte.Certi giocattoli non vanno tenuti troppo vicini: una ballerina e un clown, un elefante e un gatto, una bambola di pezza e una con la testa di porcellana.Prima di iniziare a giocare con i soldatini, bisogna chiudere gli occhi e contare fino a venticinque.Non devono esserci due giocattoli con lo stesso nome.— Alberto Manguel