Candles in a Cemetery

Nel bel mezzo del periodo più buio dell’anno, alla Vigilia di Natale, migliaia di finlandesi vanno trovare i propri cari che riposano nei cimiteri, ognuno portando con sé una candela.

Collocare candele sulle tombe dei parenti defunti a Natale è una tradizione profondamente radicata, seguita dai non ecclesiastici e dai membri della fede ortodossa, così come dai credenti della Chiesa evangelica luterana maggioritaria della Finlandia.

La tradizione di mettere le candele vicino alle tombe si è diffusa in Finlandia solo negli anni Venti, quando le candele sono diventate accessibili. Tuttavia, l’usanza di rendere omaggio stagionale ai defunti risale probabilmente a molto più lontano, e potrebbe anche avere le sue radici in epoca precristiana – come la tradizione pagana di accendere falò di mezza estate, che oggi è associata alla festa cristiana di San Giovanni (Juhannus in finlandese). Negli anni Cinquanta, quando la gente voleva ricordare coloro che morivano combattendo per preservare l’indipendenza della Finlandia, mettere candele sulle tombe divenne più comune anche nel giorno dell’indipendenza, il 6 dicembre. Anche il giorno di Ognissanti (1 novembre) è un giorno in cui i cimiteri finlandesi si irradiano a lume di candela.

“Può essere descritto solo come un mare di luce”, dice il maestro del parco della parrocchia luterana evangelica di Kuopio.