“Il pianoforte concentra e riassume dentro di sé tutta l’arte universale.”
#FranzLiszt

William Henry “Harry” Thornton (1883 – 1918), sepolto nel cimitero di #Highgate a #Londra, era un pianista classico, cantante e imitatore.
Suonò per le truppe nella prima guerra mondiale e morì a causa dell’influenza pandemica che si diffuse in tutto il mondo nel 1918 nel 35 anni.
La sua famiglia fece scolpire un pianoforte a coda, con il coperchio aperto ed il suo cognome inciso nella parte frontale. Su un lato del pianoforte si legge una traduzione in inglese di un passo della “Madama Butterfly” di Puccini”:

“Sweet thou art sleeping;
Cradled on my heart;
Safe in god’s keeping;
While I must weep apart.”

“Dormi, amor mio,
dormi sul mio cor.
Tu sei con dio
ed io col mio dolor.”

Al posto degli spartiti, sul leggio, c’era una sorta di “manifesto” con un’incisione di Thornton che suonava il pianoforte, ma nel corso degli anni il monumento si è molto deteriorato e lo “spartito” è andato perduto, così come il coperchio del pianoforte