I Luoghi Raccontano,  Storytelling

Lucifero-Lucedio-Luce di Dio

“Ma il Diavolo era talmente stanco da lasciar tutto agli uomini, che sapevano fare meglio di lui.”
— Leonardo Sciascia

Una leggenda narra che alcune ragazze del Principato di Lucedio scelsero il vicino cimitero e santuario per svolgere i loro sabba e incontrarsi con il demonio.

A nulla valsero i tentativi delle suore di salvare le anime delle ragazze, e anzi caddero esse stesse in tentazione e peccarono.

Iniziò così un periodo di sabba, riti demoniaci e sessuali che portò le suore, assieme alle ragazze, alla perdita della propria umanità. Oltre a questi fatti si racconta anche di un lungo periodo durante il quale eresia, blasfemia e degenerazione sessuale colpirono i monaci del santuario, che iniziarono a compiere abusi e usurpazioni nei confronti ddella popolazione e a sfruttare sessualmente le novizie del vicino monastero di Trino.

La leggenda narra anche che nel Principato di Lucedio, all’interno dela cripta della chiesa di Santa Maria, sia stato imprigionato un terribile essere maligno che infestava la zona, e che le mummuie di alcuni monaci rimasti puri non abbiano mai abbandonato quel luogo per continuare a sorvegliare la forza demoniaca.

La cattura dello spirito si racconta sia stata effettuata utilizzando la musica di uno spartito composto da un abate, ma come nelle migliori leggende lo spartito è in grado di intrappolare l’entità maligna ma anche di liberarla: se suonato al contrario, infatti, porrebbe fine alla prigionia del demone presente nella cripta.