La località di Sexi (si pronuncia Seigi) si trova a metà del percorso che collega Semorile a San Pantaleo, comune di Zoagli. Divisa in tre zone: “Ca’ da basso”, “Ca’ di mezzo” e “Ca’ d’alto”, questa località fu probabilmente fondata nel XVIII secolo,anche se non si esclude una precedente origine, fu utilizzata come rifugio degli sfollati di Zoagli durante la Seconda Guerra Mondiale e abitata fino al secolo scorso.

CASE SEXI

Il nucleo è ridotto a case abbandonate e a un antico frantoio con il torchio e le sue macine. Questi contornano la cappella dedicata a Santa Maria Maddalena. Essa sorge in una radura immersa nel verde dove spiccano carpini e cipressi ,simbolo della vita eterna, ed è raggiungibile tramite una serie di sentieri e una scalinata di circa 200 gradini, chiamata dai locali “Murta”.

CASE SEXI

Davanti alla cappella si apre uno spiazzo dove è possibile riposare dopo la camminata di circa 3 ore e 30 minuti per chi proviene da Zoagli. La chiesa è stata costruita nel 1629, ha un sola navata , un altare ed è affrescata a calce;
Presenta una struttura semplice e povera. Negli anni ’90 la cappella è stata saccheggiata e privata della sua opera simbolo: si trattava del quadro raffigurante Santa Maria Maddalena con in braccio il Bambinello. Nel corso degli anni successivi gli abitanti della zona hanno cercato numerose volte di riprodurre il quadro senza riuscirvi.
La prima domenica di Agosto viene organizzata la festa commemorativa che offre la possibilità di consumare prodotti tipici.

CASE SEXI

Fonte: www.comune.zoagli.ge.it/turismo/vigo/sexi

Il sentiero più breve per raggiungere case Sexi parte da Semorile. Prima del sagrato della chiesta si trova un sentiero che scende verso la valle, dopo pochissimo s’incontra la svolta per case Sexi sulla destra. Dopo un breve sentiero e una ripida e sfiancante scalinata di giunge all’abitato di mezzo.