” Dio è l’unico essere che, per regnare, non ha nemmeno bisogno di esistere.”

Charles Baudelaire

Titolo: The Funeral
1867, olio su tela, 72.7 x 90.5 cm

Artista: Édouard Manet (Parigi, 23 gennaio 1832 – Parigi, 30 aprile 1883) è stato un pittore francese, considerato il maggiore interprete della pittura pre-impressionista.

L’artista volle rappresentare il funerale del poeta Charles Baudelaire, che venne celebrato il 2 settembre 1867. Edouard Manet, a differenza di altri amici che dovevano ancora tornare dalla villeggiatura o che erano rimasti a casa per un temporale estivo minaccioso, fu uno tra i pochi intimi del poeta ad essere presenti alla cerimonia. Manet dipinse lo sparuto corteo funebre mentre sfilava ai piedi della Butte Mouffetard, una collina a sud-ovest di Parigi, in uno spazio incorniciato dalle sagome delle torri e cupole della Val de Grâce: il Panthéon, Saint-Etienne-du-Mont, e la Tour de Clovis.
Manet ha conservato il dipinto fino alla sua morte, acquisito poi Pissarro nel 1894, in cambio di uno dei suoi paesaggi. L’opera consente di vedere esaltati e i neri e i grigi manetiani. E, al contempo, è un dipinto di cronaca, di annotazione sentimentale e di eco metafisica di derivazione romantica. Non può infatti sfuggire il minuscolo, cupo corteo in rapporto all’altro elemento che Manet, immediatamente, affronta: un presagio d’azzurro nella vallata.

credits: www.stilearte.it